Ultimo caldo estivo, poi stagione in graduale decadimento

Ancora caldo in settimana, con l’apice delle temperature tra lunedì e martedì, qualche cambiamento nella seconda parte della settimana che potrebbe portare qualche nota di instabilità in più

Gli ultimi giorni della seconda decade di agosto 2019, sono stati caratterizzati dal dominio di masse d’aria calda di origine sub-tropicale sull’Europa meridionale; per la prima parte del mese sul Mediterraneo centro-occidentale le temperature si sono mantenute leggermente sopra la media del periodo, successivamente dopo l’ondata di calore di due week-end fa, le temperature si sono assestate su condizioni più tipiche per il periodo.

Negli ultimi 2 giorni però, abbiamo assistito ad un nuovo incremento dei valori termici grazie ad un intensificazione del flusso caldo sub-tropicale richiamato a latitudini più settentrionali da una profonda saccatura fredda in azione sull’area del Regno Unito e settori limitrofi.

La spinta della massa d’aria calda sulla penisola iberica

L’apice di questa nuova fase calda si raggiungerà tra lunedì 19 agosto e martedì 20 agosto, quando le temperature in pianura toccheranno i 33°C/34°C, con picchi nelle zone interne anche oltre i 35°C.

Da venerdì 23 agosto la situazione è destinata a cambiare, seppur in forma non particolarmente drastica: infatti sul Mediterraneo centrale, avremo un abbassamento dell’altezza dei geopotenziali e una flessione delle temperature in quota. Tale situazione non dovrebbe essere tuttavia associata a strutture cicloniche organizzate, pertanto non avremo condizioni di tempo spiccatamente perturbate; sarà tuttavia probabile la formazione di attività convettiva durante le ore centrali del giorno, con rovesci e temporali che andranno ad interessare i nostri territori e le zone interne ed Appenniniche. Le temperature subiranno così una generale diminuzione, un calo termico però strettamente legato alle precipitazioni; d’altro canto le aree che non saranno interessate da rovesci e temporali  avranno una flessione più contenuta del campo termico, in un contesto comunque tipico di fine agosto.

La situazione sarà caratterizzata da caldo non eccessivo e quindi, temperature in media, con mattinate soleggiate e pomeriggi all’insegna dell’instabilità con rovesci e temporali. Questa condizione dovrebbe protrarsi anche nei giorni successivi e nell’ultima settimana di questo agosto 2019. L’estate meteorologica (che si conclude, per convenzione, il 31 agosto) potrebbe dunque terminare in condizioni estive ma con evidenti segni di decadimento della stagione.

Gabriele Carletti

Classe 1996, meteoappassionato sin dalla più tenera età, amante degli eventi climatici estremi e della neve. Collabora con Meteone e ilmeteodeicastelli.it ed è gestore di meteonerola.it per il monitoraggio meteo-climatico locale. Fortemente attratto da tutte le dinamiche fisiche che regolano l’atmosfera e autodidatta nel settore fisico-matematico di questa scienza. Contatto: gabrielecarletti@meteonerola.it

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.