Isola di Ponza: una perla della nostra regione

Attraverso questo articolo, ne analizziamo l’ andamento termico nell’ ultimo trentennio con la relativa valutazione degli eventi anomali

L’  Isola di Ponza gode di un clima Mediterraneo con caratteristiche di clima temperato sub tropicale.

Attraverso questa analisi andremo a valutare l’ andamento delle temperature annuali a partire dal 1991 fino al 2017 con opportuni confronti di riferimento con la media climatica relativa al trentennio 1981-2010. Dopodiché, tenendo conto della variabilità climatica annuale e mensile, valuteremo se le anomalie termiche risultano in aumento oppure no.

La variabilità climatica sarà presa in considerazione attraverso la deviazione standard.

Cosicché, tendendo conto della distribuzione gaussiana delle probabilità, considereremo che fino ad una deviazione standard dalla norma abbiamo un evento sostanzialmente normale, da una a due deviazioni standard ( o Z-score ) un’ anomalia moderata, da due a tre un evento molto anomalo e oltre le tre dev.stand. parliamo di una situazione estrema.

La temperatura media annuale nel periodo 1981-2010 è di 17°C con una dev. stand. di 0.5°C mentre nel periodo 1991-2017 è di 17.2°C con una dev. stand. di 0.4°C.  Queste le temperature medie mensili ( 1981-2010 ) : gennaio 10.5°C (1.1°C ), febbraio 10.1°C (1.3°C) , marzo +11.7°C ( 1.2°C), aprile 13.8°C ( 0.7°C), maggio 18°C ( 1.3°C), giugno 21.9°C (1.2°C), luglio 24.8°C (1.1°C ), agosto +25.4°C (1.1°C), settembre 22.3°C ( 1.1°C), ottobre 18.8°C ( 0.8°C), novembre 14.7°C ( 1°C), dicembre 11.7°C (1.1°C ). Tra parentesi il valore della dev.stand. espressa in °C , dalla quale si evince come Febbraio e Marzo sono i mesi con maggiore variabilità climatica mentre aprile il più stabile.

Partiamo con l’ andamento delle temperature medie annuali nel periodo 1991-2017:

E’ evidente come sia in atto un moderato aumento delle temperature.

Adesso la stessa serie espressa attraverso i valori della deviazione standard.

Emerge come il 2000 sia stato un anno caldo e molto anomalo ( quasi estremo )  con ben n° 2.7 deviazioni standard dalla norma. Le anomalie termiche del 1991 e 2005, di tipo moderato, mettono in evidenza due anni piuttosto freddi sotto il profilo delle temperature.

Veniamo alle anomalie termiche mensili. Il diagramma illustra la frequenza, nell’ anno, di mesi anomali dal punto di vista termico. Sono considerati tali i casi con scarto ( in valore assoluto ) della temperatura media mensile dalla norma superiore ad una deviazione standard.

La frequenza temporale non denota alcun cambiamento del fenomeno rappresentato.

N° di mesi anomali per anno

Visto che Ponza è nota per il turismo, specie estivo, diamo un rapido sguardo anche all’ andamento termico di questo trimestre a partire dal 1991.

Dai dati emerge un trend orientato alla stabilità. Pertanto l’ isola gode di estati che non hanno subito un ulteriore riscaldamento negli ultimi 27 anni.

CONCLUSIONI

Sull’ Isola di Ponza si registra un moderato aumento della temperatura media annuale, non accompagnato da particolari anomalie climatiche che risultano stabili.

 

Elaborazione dati e grafici a cura di Antonio Teodosi

 

 

Antonio Teodosi

Nato a Roma, classe 1980, fin da piccolo appassionato di meteorologia e climatologia, esperto conoscitore del clima del litorale romano di cui rileva e conserva ogni giorno i dati meteorologici dal 2005. Adora il mare ma è anche appassionato di montagna e di tutte le attività connesse. Da autodidatta, studia e approfondisce la materia attraverso libri ed internet.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.