Grazie all’apporto di aria più fresca a causa di una saccatura atlantica, le temperature sono calate nella giornata di ieri e grazie all’inversione termica sono state registrate minime piuttosto basse

La settimana corrente è stata condizionata dalla costante presenza di una saccatura d’aria fredda in quota che nella giornata di ieri 11 Giugno, ha dato adito a piogge e temporali su gran parte della regione. L’isoterma +7°C a 850 hPa ha raggiunto le nostre latitudini, determinando un generale calo termico.

Nella notte successiva al passaggio della perturbazione, la calma di vento e i cieli sereni hanno favorito un abbassamento delle temperature considerevole, grazie ad una moderata inversione termica. Ecco i valori più interessanti registrati sulla nostra regione dalla nostra rete di monitoraggio meteorologico!

  • Leonessa Vallunga 3,5°C
  • Valico di Forca d’Acero 3,5°C
  • Campaegli 3,5°C
  • Altipiani di Arcinazzo 3,7°C
  • Piana di Corvaro 3,8°C
  • Campocatino 4,1°C
  • Campo Staffi – Rifugio Viperella 4,5°C
  • Vetozza 4,9°C
  • Bagnolo di Amatrice 5,2°C

Sulla Capitale valori di temperatura minima tra i 12 e i 14°C, da considerarsi piuttosto rigidi. Basti pensare che il valore di temperatura minima media (rif. Roma Collegio Romano 1862-2006) per il mese di Giugno è di 17°C!

Gabriele Serafini

Classe 1992, meteoappassionato dal 2011 e Tecnico Meteorologo certificato DEKRA da Settembre 2019. Ha studiato ingegneria meccanica presso l'Università degli Studi Roma Tre e ha fondato la pagina Social di Meteo Lazio a Novembre del 2014, ideandola come gruppo di segnalatori da tutta l'omonima regione. Amante degli eventi climatici estremi nonché freddofilo, ha fondato l'Associazione Neve Appennino nel 2016. Dal 2017 è all'attivo di numerosi progetti scientifici con finalità di studio di microclimi d'interesse del Lazio e non solo.

Avatar
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.