PRELUDIO INVERNALE dai primi di dicembre? Ecco cosa ci attende

La prima settimana del mese sarà molto dinamica con continue perturbazioni, aria fredda e neve

Preannunciamo quello che potrebbe essere a lungo termine un’apertura iniziale di questa stagione invernale che meteorologicamente esordisce il primo dicembre.

Passata l’ultima perturbazione del mese di novembre possiamo notare il campo di alta pressione delle Azzorre che permane per diversi giorni ad Ovest del Portogallo.

A Nord-Est di questa figura barica flussi nord-atlantici, in seno al getto stratosferico si muoveranno attraverso le Isole Britanniche e parte dell’Europa centro-occidentale, raggiungendo indicativamente dalla prima settimana di dicembre il Mediterraneo occidentale.

 

Un fenomeno piuttosto significativo da rilegare a questi flussi e al fronte freddo associato sarà una ciclogenesi sottovento in avviamento alla catena alpina, che farà rinvigorire probabilmente i gradienti barici associati altresì ad una forte ventilazione fredda Nord-occidentale e di libeccio al suolo in un primo momento sulle regioni tirreniche peninsulari, facendo aumentare l’apporto di umidità in direzione del Lazio.

 

PRIMA PERTURBAZIONE DI DICEMBRE

L’iniziale peggioramento sarà determinato dalla discesa di un nucleo di aria fredda, tra la notte di martedì e mercoledì 02 dicembre, costituito da aria artica che tenderà a collocarsi ed isolarsi sulle regioni centro-settentrionali e centrali, comportando piogge e possibili nevicate abbondanti sui rilievi appenninici oltre i 1500 metri.

Per quanto riguarda il secondo avviamento perturbato bisognerà ancora aspettare considerando ad oggi l’orizzonte temporale.

Tutti gli aggiornamenti saranno disponibili sul portale e sulla nostra pagina Facebook

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.