Minime in sensibile ribasso dalla notte a seguito delle forti inversioni termiche.

Siamo entrati nel vivo di una circolazione anticiclonica che ci terrà compagnia perlomeno fino alle prime ore di venerdì 29 gennaio.

Nel attesa di una nuova perturbazione in arrivo entro il fine settimana e che approfondiremo in maniera più dettagliata nelle prossime ore, anche per delineare quello che sarà lo scenario più probabile nella tendenza generale per la prossima settimana.

L’anticiclone però non è sempre sinonimo di bel tempo, specie in assenza di vento durante la stagione invernale come abbiamo potuto constatare tra la notte ed il primo mattino.

Le temperature massime saranno sicuramente più temperate, però bisognerà prestare particolare attenzione alle minime notturne, che a causa delle pressanti inversioni termiche potranno spingersi ben al di sotto dei 0°C.

TEMPERATURE STIMATE IN PROSSIMITÀ DEL SUOLO

 

Il rischio riguarderà un po’ tutta la regione, dal momento che le temperature minime hanno toccato dei valori inferiori ai 0°C sulle aree pianeggianti del Viterbese, a Roma e sulla Pianura Pontina comprese le aree costiere laziali della Maremma e quelle romane.

I valori minimi tra la notte e il primo mattino di giovedì 28 gennaio saranno molto influenzati dall’orografia a livello locale a ridosso delle conche montane o semplicemente collinari.

Particolarmente a rischio di ghiaccio saranno le zone pedemontane più ombreggiate esposte a Nord/N-E o vallive interne della Tuscia Viterbese, Valli del Tevere, Provincia di Rieti, le Campagne Romane più orientali e tutta la Provincia di Frosinone.

Peculiarmente l’attenzione dovrà essere rivolta ai punti stradali più isolati dove magari non è stata effettuata un’adeguata manutenzione per prevenire il deflusso delle acque (fossi, canali di scolo ecc.) con l’acqua che tende a riversarsi sul manto stradale formando una lastra di ghiaccio potenzialmente pericolosa alla viabilità in mancanza di catene o pneumatici invernali.

 

Molteplici sono infatti le denunce pubbliche giunte attraverso i canali social (foto via romaedintorninotizie.it)

 

Invitiamo come di consueto alla prudenza, ricordando che le catene a bordo sono un obbligo.

Costanti aggiornamenti saranno rilasciati in tempo reale attraverso il canali social Meteo Lazio.

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.