CROLLO TERMICO di APRILE: raggiunti i -10°C con danni all’agricoltura

Piena primavera e contemporaneamente temperature invernali con estese gelate e gravi danni all’agricoltura.

Tra la notte di mercoledì e la mattina di giovedì 08 aprile il risveglio nel Lazio è stato tutt’altro che primaverile.
L’avvezione artica ha determinato un sensibile abbassamento delle temperature minime notturne fino alle zone prospicienti ai bacini costieri della regione.
Il brusco calo termico notturno è stato reso possibile grazie ad un’atmosfera più stabile, successivamente alle ultime precipitazioni e arrivati alla fase conclusiva della perturbazione.
Dal momento in cui la ventilazione tende a diminuire e anche le inversioni termiche ad accentuarsi nei bassi strati in corrispondenza delle pianure, zone pedemontane, vallive e sugli altipiani.
In questi casi però ci troviamo in primavera e a differenza della stagione invernale le gelate tardive primaverili arrecano dei seri danni alle aziende agricole locali.
La foto sottostante arriva direttamente dall’agriturismo “Fra i Monti Azienda Agricola” situata a Terelle (FR) alle pendici del Monte Calvo in alta collina tra il Cassinate e la Valle di Comino.

Permane altresì una leggera copertura nevosa dovuta alle precipitazioni di martedì sera concentratesi soprattutto sulle medesime aree nelle ultime 24 ore.

Le zone molto più fredde sono state quelle interne del territorio regionale con i termometri scesi ben al di sotto dello zero addirittura sulle coste della Maremma Laziale da Civitavecchia a Ladispoli (RM), ma anche alla periferia della Capitale e nel basso Lazio.

NEL DETTAGLIO TUTTE LE PROVINCE
PROVINCIA DI VITERBO

LOCALITÀ PIÙ FREDDE:

Paglia di Proceno (-6.5°C), Nepi (-6.3°C), Nepi – Umiltà (-7.4°C), Rocca Respampani (-5.1°C), Acquapendente (-4.2°C), Bassano Romano (-3.8°C), Vetralla – Tre Croci (-3.3°C), Sutri – la Calandrina (-3.3°C), Tuscania (-2.9°C), Tarquinia – loc. Montericcio (-2.9°C), Montalto di Castro (-2.7°C), Montalto Marina (-2.1°C), Tarquinia Lido (-1.5°C).

 

PROVINCIA DI RIETI

LOCALITÀ PIÙ FREDDE:

Leonessa – loc Vallunga (-10.7°C), Centro di Leonessa (-9.5°C), Posta (-9.5°C), Cittareale (-9.5°C), Amatrice (-9.0°C), Terminillo Campoforogna (-8.8°C), Civitella – Valle del Salto (-8.7°C), Borgorose (-8.1°C), Monte Fratta (-6.8°C), Rieti – loc. Quattro Strade (-6.1°C), Brusciano di Fiamignano (-6.1°C).

Il Reatino assieme al Leonessano e Cicolano sono le aree della regione indubbiamente più fredde.

Interessante notare anche le forti escursioni termiche poco oltre il confine:

-22.5°C nella località turistica di Marsia – Tagliacozzo a 1.410 mt s.l.m.

-17.6°C poco più a Nord nell’Altopiano di Cascina dai 1.000 mt s.l.m. 

 

PROVINCIA DI ROMA

LOCALITÀ PIÙ FREDDE:

Roma Salone (-8.1°C), Arcinazzo Romano (-7.7°C), Piana di Segni (-7.1°C), Segni loc. Pantano (-5.2°C), Pratoni del Vivaro – Rocca di Papa (-5.1°C), Colleferro (-4.7°C), Roma Tor Vergata (-3.9°C), Marino – Santa Maria delle Mole (-3.9°C), Monte Guadagnolo (-3.6°C), Centro di Tivoli (-3.6°C), Manziana – Via della Mola (-3.3°C), Valle del Tevere (-3.2°C), Arsoli (-2.8°C), Subiaco – Scolastica (-2.6°C), Tivoli Terme (-2.4°C), Labico (-1.9°C), Roma Colle Prenestino (-1.4°C), Roma Massimina (-1.0°C), Civitavecchia Torrevaldaliga (0.2°C), Marina di San Nicola (0.3°C), Cerveteri (0.6°C), Ardea (-0.1°C).

Il calo termico ha coinvolto anche le aree urbane interne al GRA nella Capitale con valori minimi che a stento sono rimasti sopra i 4°C.

Le temperature più alte sono state rilevate difatti tra Roma Marconi e la zona Ostiense sui 4.1°C.

Degni di nota i danni all’agricoltura per il gelo a Genazzano (RM) a Sud-Est di Roma tra Palestrina, Valmontone e l’Arcinazzo Romano:

 

Coltivazione di pomodori (Foto di Marco Giulimondi) alle prime ore dell’alba giovedì 08/04
LAZIO MERIDIONALE

 

LOCALITÀ PIÙ FREDDE:

PROVINCIA DI FROSINONE

 

Altopiano di Arcinazzo (-7.7°C), San Biagio Saracinisco (-6.2°C), Arnara – Strada Provinciale 14 (-3.2°C), Collepardo (-3.2°C), Anagni – loc. Pantanello (-2.8°C), Atina (-2.2°C), Pico (-1.9°C), Fonte Cupa – Anitrella (-1.8°C), Ceprano (-1.7°C), S. Apollinare (-1.7°C), Tecchiena di Alatri (-1.3°C), Pontecorvo (-1.2°C), Campoli Appennino (-1.0°C), Cassino (-0.3°C).

 

 

PROVINCIA DI LATINA

 

Priverno Ovest (-1.9°C), Priverno Sud (-1.8°C), Sezze loc. Torre Pani (-1.3°C), Doganella di Ninfa (-0.4°C), Latina Nord (0.4°C), Cisterna di Latina (0.5°C), Terracina – Borgo Hermada (0.4°C), Fondi – zona Querce (1.9°C).

 

Il freddo si farà sentire anche tra giovedì notte e venerdì mattina, ciononostante l’aumento della pressione atmosferica farà accrescere le temperature con valori più temperati e consoni al periodo entro il fine settimana.

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.