GELATE TARDIVE: calano le temperature nel LAZIO con FREDDO INVERNALE oggi e nelle prossime ore

L’apporto freddo da stamane si sta facendo sentire su tutto il nostro territorio.

La scorsa notte abbiamo rilevato un sensibile calo termico ad iniziare dalle province settentrionali della regione dove era possibile distinguere quasi linearmente la presenza del sistema frontale freddo in scorrimento nei bassi strati atmosferici.

Entrata dell’aria fredda dalla sera di martedì 06 aprileRete di monitoraggio Meteo Lazio

Gli effetti sono stati dimostrati con le temperature giunte celermente dal tardo pomeriggio di martedì al di sotto dello zero, con delle residue deboli nevicate al confine con l’Umbria e nelle zone interne al Reatino a quote collinari.

SITUAZIONE IN MONTAGNA

Le temperature sono calate anche in quota con evidenti valori negativi registrati dalle stazioni meteorologiche in alta montagna:
▪️ -8.9°C sul Terminillo “Rif. Sebastiani” (1.825 mt)
▪️ -6.1°C Monte Calvo (1.607 mt)
▪️ -3.8°C presso il Rif. Bagnolo di Amatrice (1.025 mt)
▪️ -1.2°C a Pagliara – Simbruini (1.129 mt)
▪️  0.5°C sul Monte Guadagnolo – Roma (1.192 mt)
▪️ -3.7°C al Rifugio Viperella di Campo Staffi – Filettino FR (1.810 mt)
▪️ -2.3°C a Campocatino – Guarcino FR (1.802 mt)

 

Proprio nella località sciistica di Campocatino non sono mancate delle deboli nevicate questa mattina intorno alle ore 06:00, con gli ultimi sporadici fenomeni precipitativi della scorsa notte traslati infine verso Est e la Valle di Comino al confine con l’Abruzzo.

 

Webcam dalla stazione meteorologica di Campocatino mercoledì mattina alle ore 06:25

 

I fenomeni nevosi sono assai deboli e a preoccupare saranno invece le gelate tardive nelle zone interne del Lazio.
Dalla notte di mercoledì e le prime ore di giovedì avrà inizio un’attenuazione della ventilazione con marcate inversioni termiche nottetempo attese fino alle pianure costiere laziali.

Ci vorrà un po’ di tempo prima che l’alta pressione riporti le temperature nella norma e in linea con la media del periodo.

Le gelate saranno più rigide e persistenti nei fondovalle appenninici oppure nelle conche e/o altipiani di montagna dove il rischio di ristagno dell’aria fredda è maggiore.
Pertanto non si escludono temperature minime inferiori ai -5°C.

Per tutti i dettagli per quanto riguarda i fenomeni nevosi attesi si rimanda al bollettino emesso martedì mattina.
Aggiornamenti in tempo reale saranno pubblicati sui canali social Meteo Lazio.

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.