Prima ondata di caldo tardo primaverile che ci guiderà lentamente verso l’estate, con possibili sorprese temporalesche nel lungo termine.

Un cuneo di alta pressione si espande su buona parte dell’Europa centro-occidentale inglobando anche il Nord-Italia.
Sulle restanti aree centro-meridionali della Penisola si osserva ancora una leggera depressione in circolazione concentrata soprattutto al Sud tra Sicilia e Calabria.

Una depressione che collocandosi in parte sulle aree appenniniche centrali rinnoverà della sporadica instabilità termica, con formazioni temporalesche deboli sui rilievi montuosi interni del Lazio.
Evidentemente l’alta pressione nel corso della settimana prenderà maggior spazio in sede al Mediterraneo occidentale, facendo aumentare anche le temperature nelle ore centrali della giornata con massime da inizio estate.

FORTE AUMENTO TERMICO

Soprattutto da metà settimana quando i termometri nelle aree pianeggianti e vallive del Lazio potrebbero raggiungere e superare localmente i 28°C, non escludendo picchi di 2930°C in presenza di cieli sereni specie nelle pianure dell’entroterra laziale.
Sarà a tutti gli effetti un primo assaggio estivo che si protrarrà almeno fino agli inizi del prossimo weekend.
Al momento stando ai dati disponibili non si intravedono sbocchi perturbati organizzati nel medio-lungo termine e permarranno le temperature oltre la media di circa +5/+6°C.

TENDENZA LUNGO TERMINE

L’apporto caldo superficiale potrà prossimamente dare una svolta alla stagione temporalesca, in vista di eventuali deboli gocce fredde in quota che potrebbero transitare soprattutto sulle pianure settentrionali italiane con rischi di forti temporali organizzati nel corso della seconda decade del mese.

 

Tutti gli aggiornamenti saranno come di consueto resi disponibili e condivisi sui nostri canali social.

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.