[Analisi Dati termici] inverno 2018/2019 Prato di Campoli

Finalmente disponibili i dati termometrici, registrati dal datalogger, della passata stagione invernale 2018/2019 del pianoro di Prato di Campoli.

Nel mese di Novembre 2018, come senz’altro ricorderete, è stato installato un datalogger nello splendido pianoro di Prato di Campoli, situato in Ciociaria più precisamente nel comune di Veroli in provincia di Frosinone.

Prato di Campoli è una vera e propria perla, uno dei posti montani più belli in assoluto presenti in Ciociaria sui monti Ernici. Trattasi di un pianoro il cui perimetro si aggira attorno ai 4 km, con una superficie di circa 600.000 m quadrati! Si sviluppa su una quota altimetrica compresa tra i 1100 e i 1200 mt. Abbastanza affollato d’estate in quanto presenta un’immensa faggeta che regala frescura nei giorni di canicola, è anche il punto di partenza per raggiungere le vette più alte degli Ernici, che superano di poco i 2000 metri di altitudine.


Nei dati termometri raccolti, che potete visionare negli allegati, notiamo come il mese più freddo sia risultato il mese di Gennaio, dove si sono registrate minime sempre sotto lo zero, con alcuni valori anche consistentemente sotto lo zero. Ciò comunque è stato facilitato dalle ripetute fioccate al pianoro che hanno depositato un debole/modesto accumulo nevoso al suolo. Accumulo che poi ha contribuito, nelle nottate serene, a far abbassare di più le temperature a causa del cosidetto “effetto albedo“, processo in cui nell’irraggiamento notturno non è più il terreno a cedere calore, ma la neve.

Molto interessanti comunque anche le temperature massime che sono risultate abbastanza contenute, tutto sommato decisamente basse rispetto alla quota non troppo elevata. Un valore su tutti da segnalare e su cui vale la pena spendere qualche parola: il 23 Febbraio 2019 la temperatura minima è stata registrata alle ore 13:45, orario in cui di solito è la temperatura massima ad essere registrata. Ciò è successo a causa del violentissimo vento gelido nord-orientale, con raffiche che presumiamo aver raggiunto o addirittura superato i 150 km/h.

Entrando nel particolare, la prima decade di Gennaio è risultata come la più fredda in assoluto, anche se la minima assoluta più bassa dell’inverno è stata registrata il giorno 31 Gennaio 2019 con -7,3°C.

Nel complesso comunque, pur non essendo mai riuscito a raggiungere i bassissimi valori termometrici del vicino Abruzzo, risulta essere un posto abbastanza gelido d’inverno specialmente se la stagione decide, per lo meno in parte, di fare il suo dovere.

DISCLAIMER: La pubblicazione è resa volutamente “open data” per poter garantire la fruibilità dei dati raccolti a chiunque e per poter ricevere suggerimenti o contributi per questa tipologia di studio. Di conseguenza qualora il contenuto venisse riprodotto, è obbligatorio citare la fonte come normativa vuole.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.