TROPPA NEVE: temperature minime GELIDE con CRITICITÀ

Interventi da parte della Protezione Civile per le forti nevicate con minime notturne rigidissime.

Situazione critica per il maltempo sul complesso montuoso del Terminillo, ma comunque sotto controllo per via delle nevicate abbondanti verificatesi in queste ultime settimana.
Le temperature sono rimaste costantemente al di sotto dei 0°C fino al Comune di Pian De Valli dove i Vigili del Fuoco e la Protezione Civile sono stati assiduamente impegnati nella rimozione dello spesso manto nevoso accumulatosi sopra le abitazioni.

Lo strato di neve stando alle ultime stime avrebbe superato i 2 metri circa.
Temperature minime molto rigide e gelide anche nelle ultime ore, con il termometro della stessa località sciistica arrivato a toccare i -10.3°C molto probabilmente per l’effetto albedo.
Infatti i valori minimi non sono da poco nemmeno sulle altre località interne del Reatino.

Leonessa – loc. Vallunga (880 mt) -9.2°C

Cittareale (962 mt) -8.8°C

Amatrice (955 mt) -7.6°C

Monte Fratta (1.541 mt) -5.2°C

Frazione di Brusciano – Fiamignano (950 mt) -5.1°C

Civitella – Valle del Salto (618 mt) -4.7°C

Borgorose (732 mt) -4.7°C

Temperature rigide anche in Provincia di Roma nell’Arcinazzo Romano con -4.9°C in località Retafani ad 850 metri e -6.7°C a Campo Staffi presso il Rifugio Viperella a 1.810 mt di elevazione, luogo in cui i Vigili del Fuoco hanno soccorso in elicottero una famiglia rimasta bloccata dalla neve.

Mentre -5.9°C sulla Piana di Segni (840 mt) e 4.8°C sui Pratoni di Vivaro a Rocca di Papa (528 mt) per le inversioni termiche.

Criticità per la neve pure nel Frusinate al confine abruzzese presso il Valico di Forca d’Acero a 1.538 mt.

VALICO PRIMA E DOPO LE NEVICATE

La temperatura ha raggiunto i -7.2°C con la strada ancora impraticabile per la neve al suolo.
Sulle restanti località vallive e pedemontane collinari della regione abbiamo registrato invece temperature minime comprese tra i 0°C ed i -2°C con alto rischio di ghiaccio per il manto stradale, specialmente su quelle porzioni della carreggiata minormente esposte alla radiazione solare.

 

Inizia la breve pausa dall’incessante maltempo >>

 

Immagine di copertina di Emanuele Carpegna - Meteo Lazio da Leonessa (RI) dove l'accumulo di neve ha superato i 30 cm.

Giorgio Rotunno

Classe 1997, studia Meteorologia ed Oceanografia all’Università Parthenope. Da diversi anni si occupa soprattutto di osservare gli eventi temporaleschi che interessano il Lazio, svolgendo diverse attività previsionali. Entra a far parte ufficialmente di Meteo Lazio nel febbraio 2020.

Giorgio Rotunno
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.